Home
17/5: gazebo informativo sul testamento biologico
Martedì 02 Maggio 2017 10:17

Mercoledì 17 maggio dalle 16 alle 19 ci troverete in piazza Grande, dove terremo un gazebo informativo sul tema del testamento biologico, con tutti gli aggiornamenti sugli sviluppi più recenti. Avremo come di consueto anche altro materiale, tra cui diversi numeri della nostra rivista 'L'Ateo': sarà un'ottima opportunità anche per chi volesse conoscere meglio la nostra associazione e le altre campagne di cui si occupa. Vi aspettiamo!

Nell'occasione segnaliamo che lo scorso 8 aprile si è tenuto a Modena un interessantissimo convegno dal titolo "Testamento Biologico: la legge che vogliamo", organizzato dall'Associazione Libera Uscita, con interventi di Beppino Englaro, Pia Elda Locatelli, Donato Carusi, Franco Toscani, Giorgio Pighi e Erika Preisig, che si può rivedere integralmente al link che segue:

https://www.radioradicale.it/scheda/505377/testamento-biologico-la-legge-che-vogliamo

L'ottimo modello di testamento biologico preparato dall'associazione si può scaricare da questa pagina:

http://www.associazioneliberauscita.it/online/testamento-biologico/modello/

 

 ~ Benvenuti! ~

 

 

« La vita umana sotto gli occhi di tutti turpemente giaceva sulla terra, oppressa sotto il peso della religione, che affacciava il capo dalle plaghe del cielo con volto spaventoso, quando un uomo per primo osò alzare contro di lei gli occhi mortali e primo le si drizzò contro: non lo trattennero le favole sugli dèi né i fulmini né col minaccioso murmure il cielo, ma più ancora affilarono l'acuta energia del suo animo, sì che volle per primo spezzare le chiuse sbarre delle porte della natura. Con la vivida tensione dell'animo vinse, e avanzò lontano oltre le fiammeggianti mura del mondo, e l'universo intero percorse con la mente e col cuore... così la vittoria eguaglia noi al cielo. »

(Lucrezio)

 

*

A lato: Statua del Villano, di De Angelis e Guiggi (1956), in ricordo  della difesa di Livorno da parte di popolo nel 1496, durante l'assedio di Massimiliano I D'Asburgo. L'uomo e il cane, uniti nell'intrepida attesa.

 

 
Copyleft © 2017 UAARLIVORNO. No rights reserved.