Home Chi siamo
Chi siamo - Il Circolo di Livorno
Indice
Chi siamo
Il Circolo di Livorno
Tutte le pagine

 

 

~ IL CIRCOLO DI LIVORNO ~

 

Storia

« Esisteva già da tempo un circolo UAAR a Firenze, quando decidemmo di aprire un secondo circolo in toscana, per consentire anche ai soci lontani dal capoluogo di partecipare alle iniziative dell’Associazione. In un primo momento pensammo di aprirlo a Pisa, città universitaria quindi terreno fertile per una associazione culturale quale la nostra, ma poi optammo per Livorno, città di antiche tradizioni anticlericali, prevedendo che i soci pisani, dato il buon esempio dei livornesi, avrebbero provveduto con le loro forze a creare un proprio circolo, se non altro per non essere da meno. La previsione si verificò l’anno successivo e poco dopo venne voglia anche ai soci senesi di avere un proprio circolo.

Fu così che nell’ottobre del 2004 alla presenza del segretario dell’UAAR, che allora era Giorgio Villella, fondammo il Circolo UAAR di Livorno, grazie all’aiuto di Baldo Conti, coordinatore del circolo fiorentino, al quale allora facevano capo tutti i soci toscani. Per formare un nuovo circolo occorrevano almeno dieci soci, allora in Livorno e provincia ne avevamo solo nove, ma per fortuna se ne iscrissero tre letteralmente all’ultima ora. Coordinatore del nuovo circolo fui eletto io, solo perché fui io a contattare i soci locali e a prospettare loro l’opportunità di aprire un circolo sulla costa.

L’attività del circolo livornese fu favorita dalla presenza in città della libreria Gaia Scienza, che tra le sue numerose iniziative culturali accolse anche le nostre, consentendoci di tenere conferenze e presentazioni di libri. Iniziammo con le opere del nostro socio Carlo Tamagnone, che si occupa di ateismo filosofico, e proseguimmo per anni, grazie anche all’aiuto di Pardo Fornaciari, la cui notorietà a Livorno ci ha favorito. Rammento i successi di pubblico avuti con le presentazioni di “Spiegare i miracoli” di Maurizio Magnani, “La sindone svelata e i quaranta sudari” di Gaetano Ciccone, “Uscire dal gregge” di Raffaele Carcano, attuale segretario dell’UAAR, con le conferenze per i Darwin Day tenute dal prof. Marcello Buiatti e da altri docenti, reperiti non senza fatica nelle università di Pisa e Firenze. Riuscimmo anche a farci pubblicare una trentina di lettere su “Il Tirreno”, una ogni due inviate, che non è poco, considerando la situazione della laicità in Italia.

In verità, benché molte persone si siano avvicinate all’UAAR grazie a queste nostre iniziative, nei primi anni non ci fu lo sperato incremento di soci e non riuscimmo neppure a trovare una sede per il Circolo a Livorno, infatti fummo ospitati per due anni dall’ARCI di Cecina. Cercando la sede capimmo quanto sia pervadente la presenza dei cattolici in Italia, molte volte ci sentimmo dire cose del tipo: “io la penso come voi, ma abbiamo dei compagni che vanno a messa”. La stessa difficoltà abbiamo incontrato quando tentammo di fare l’operazione ateobus anche a Livorno: gli interpellati temevano di dispiacere ai cattolici, di sconvolgere qualche equilibrio politico, si comportavano come se dovessero ottenere il permesso da un patrono. Ma infine l’incremento sperato c’è stato e abbiamo anche ottenuto la sede a Livorno. Con le ultime iniziative, prese dagli attuali coordinatori, soprattutto con la presentazione della sindone di Garlaschelli, siamo riusciti a coinvolgere nelle nostre iniziative anche il Comune di Livorno, ottenendone il patrocinio: perdurando si ottiene. »

Rolando Leoneschi

 

La nostra coordinatrice

Carmela Sturmann considera Livorno la sua città, di cui ama lo spirito cosmopolita e il forte senso di identità. Già docente di lettere per 30 anni al liceo "Enriques", è medievista, autrice di saggi di storia e di archeologia. Nutre interessi di tipo ambientale e collabora con movimenti e comitati ambientalisti locali. 

Per contatti: 393 3267086

 

Attività

Ci incontriamo in sede l’ultimo sabato di ogni mese (esclusi luglio e agosto). All’ordine del giorno ci sono abitualmente: 1) riflessioni, seminari o relazioni su un argomento di volta in volta diverso, 2) l’organizzazione/promozione di attività ed eventi in linea con il nostro statuto e i valori di laicità, razionalismo e libero pensiero che ci ispirano e che ci Ape with skullproponiamo di diffondere, cioè dibattiti, conferenze, proiezioni, incontri, la redazione di questo sito, contatti con la stampa locale.

Particolare attenzione è rivolta all’organizzazione annuale del Darwin Day, giornata internazionale dedicata alla divulgazione in materia di evoluzione e alla memoria e al genio di Charles Darwin. In Italia è promossa principalmente dall’UAAR: in occasione della data di nascita di Darwin, il 12 febbraio, in molte città italiane (tra cui, da qualche anno, anche Livorno), le sezioni locali organizzano iniziative pubbliche di varia natura sul tema. La partecipazione è aperta a tutti: non mancate a questo importante appuntamento!

La partecipazione è sempre ben accetta: per ogni tipo di segnalazione, suggerimento, curiosità, richiesta di informazioni sull’associazione, l’iscrizione, le nostre attività o quant’altro, scriveteci (commentando gli articoli o attraverso la sezione "Contattaci") e/o telefonateci!

 

Dove siamo

Circolo UAAR di Livorno

Sede: via Roma, 234 c/o AALSciTec - 57127 Livorno (LI)

tel. 331 1331214 (attivo il lunedì e il mercoledì, dalle 17:00 alle 19:00)

La sede di via Roma sarà aperta da settembre a luglio ogni lunedì

dalle 17:00 alle 19:00  -festivi esclusi-

Sede operativa: via Pieroni, 27, 3° piano c/o UNICOBAS - 57123 Livorno (LI) 

tel. 0586 889491

La sede operativa sarà aperta da settembre a luglio ogni mercoledì

dalle 17:00 alle 19:00  -festivi esclusi-

nel mese di agosto solo su appuntamento telefonico

 

 

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

 



 
Copyleft © 2018 UAARLIVORNO. No rights reserved.